News

La Fondazione Franco Demarchi sarà chiusa al pubblico dal 10 al 14 agosto 2020.

In questo periodo l'accesso al pubblico è possibile dal lunedì al giovedì negli orari 9.00-12.30 e 14.00-16.00 e il venerdì nell'orario 9.00-12.30.

Si informa inoltre che la Biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00. 

Sono stati pubblicati gli esiti delle attività del progetto CuraInsieme relative al 2019 e al primo semestre del 2020.
La relazione integrale e l’analisi dei dati, elaborati dalla Fondazione Franco Demarchi e presentati in video-conferenza lo scorso 1 luglio, sono visionabili sul sito dedicato https://www.caregiverfamiliaritrento.it nella sezione Approfondimenti-Documenti.

Oggi, 23 luglio 2020, è stato consegnato a don Marcello Farina il riconoscimento dell’Aquila di S. Venceslao, l'antico sigillo della città di Trento. 
Queste le parole di augurio del presidente della Fondazione Demarchi Piergiorgio Reggio: "Carissimo, in concomitanza con l’onorificenza che oggi ti viene attribuita, ti porgo – a nome di tutta la Fondazione Franco Demarchi - le più vive congratulazioni. Come Fondazione Demarchi abbiamo da anni apprezzato il tuo generoso contributo all’offerta culturale dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile. Guardando avanti, come UTETD ci invita a fare, confido che tale avventura possa procedere in futuro con reciproca soddisfazione e per offrire alla comunità trentina opportunità di conoscenza e di riflessione critica."

Giovedì 23 luglio dalle 15 alle 17 si svolgerà il webinar per presentare in modo approfondito gli esiti dell’indagine “Ri-emergere”, analizzando le risposte fornite dalle famiglie e dagli adulti, dai ragazzi e dai bambini su un ampio spettro di tematiche quali profilo socio demografico, quotidianità, benessere e stili di vita, emozioni, relazioni, scuola/lavoro, soddisfazione alle iniziative messe in campo dai servizi territoriali. Tra i dati emersi di maggior rilievo sono le preoccupazioni degli adulti, la mancanza di relazioni da parte dei giovani e la fatica delle famiglie con bimbi in fascia 0-4 anni, che hanno registrato durante il lockdown malesseri mentali e fisici.

C’è tempo fino al 25 settembre per raccontare il proprio Strike in un videomessaggio e condividerlo con gli altri giovani del nord est Italia. È ufficialmente iniziata la quinta edizione di “Strike! Storie di giovani che cambiano le cose”, il concorso ideato e promosso dall'Agenzia provinciale per la famiglia, natalità e politiche giovanili con Fondazione Franco Demarchi, Cooperativa Mercurio e Cooperativa Smart.

L’importanza delle relazioni sociali, il bisogno di essere ascoltati, le preoccupazioni per l’impatto dell’emergenza sulle condizioni sociali e sul sistema economico provinciale: questi sono alcuni degli aspetti che emergono dai 21.626 questionari somministrati tra il 28 aprile e il 19 maggio 2020, durante il lockdown, dall’indagine attivata dalla Provincia autonoma di Trento tramite l’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, il Dipartimento Salute e politiche sociali e con il supporto scientifico della Fondazione Franco Demarchi.

La conferenza stampa di oggi ha restituito i risultati di 21.626 questionari compilati da famiglie, bambini e ragazzi nel periodo del lockdown tra il 28 aprile e il 19 maggio 2020. L’iniziativa è stata promossa dalla Provincia autonoma di Trento, tramite l’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili e il Dipartimento Salute e politiche sociali, e con il supporto scientifico della Fondazione Demarchi. A seguito dei risultati emersi verrà organizzato un webinar il 23 luglio, rivolto agli operatori di settore e finalizzato a orientare le future politiche a favore delle famiglie e presentare il Rapporto di dettaglio sui questionari che sarà anche diffuso ai territori e consegnato all’assessore per ridisegnare in autunno le prossime politiche educative. Tra i dati emersi di maggior rilievo le preoccupazioni degli adulti, la mancanza di relazioni da parte dei giovani e la fatica delle famiglie con bimbi in fascia 0-4 anni, che hanno registrato durante il lockdown malesseri mentali e fisici. 

A inizio luglio il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Franco Demarchi e la responsabile dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile Laura Antonacci hanno incontrato un gruppo di docenti dell’Università stessa.
L’incontro, partecipato e appassionato, è stato occasione per un confronto tra posizioni a volte differenti, ma accomunate dalla disponibilità e dalla ferrea volontà di tutti i presenti a collaborare per garantire la ripartenza delle attività nel prossimo accademico e laddove possibile, per recuperare quanto non è stato possibile fare a causa dell’emergenza COVID.
Il CDA, lo staff e i docenti sono impegnati per una programmazione che possa soddisfare le esigenze dell’utenza UTETD, la vera ricchezza di questa esperienza. 

Giovedì 9 luglio alle ore 12.00, in Sala Belli presso il palazzo della Provincia ci sarà la conferenza stampa per presentare gli esiti e quindi i dati dei questionari relativi all'indagine "Ri-emergere".

Il 18 e 25 luglio 2020 il Comune di Luserna-Lusérn aprirà le porte dei 4 appartamenti di proprietà di ITEA S.p.A. siti nel Comune di Luserna-Lusérn, che saranno messi a disposizione con contratto di comodato gratuito per la durata di 4 anni. Un’opportunità unica per vedere le palazzine ma anche per visitare il paese sito sugli Altipiani Cimbri a pochi minuti dal lago di Lavarone e apprezzarne la qualità di vita sociale ed ambientale. Questa offerta è possibile grazie al progetto nato all'interno del Distretto famiglia degli Altipiani Cimbri e denominato “COLIVING collaborare condividere abitare”, che punta ad invertire le tendenze di spopolamento della Comunità. In cambio, i partecipanti dovranno impegnarsi nei confronti della comunità di Luserna-Lusérn contribuendo con attività di volontariato a favore del benessere di tutti.